Novità legislative

FEDERAZIONE INGEGNERI : “incentivi sismici un’occasione da non perdere” – A CHI SPETTANO E COME COGLIERE L’OCCASIONE

15-12-2014
Campagna di sensibilizzazione della Federazione Ordini Ingegneri Marche sulle nuove opportunità legislative in tema di incentivi sismici – Leggi le uscite coordinate sui quotidiani locali delle cinque province La nostra regione è classificata in zona 2 per quanto riguarda il rischio sismico (la 2^ zona più rischiosa in una scala da 1 a 4); per questo periodicamente si verificano fenomeni tellurici di varia intensità. Poiché il terremoto, a differenza delle piogge, non è assolutamente prevedibile, l’unico modo per difendersi è accertarsi che l’edificio dove si vive o lavora sia sicuro ed, in caso di esito negativo, fare i lavori necessari per renderlo tale. In questo senso è importante cogliere l’opportunità offerta dalla Legge di Stabilità recentemente approvata da Governo, che ha prorogato a tutto il 2015 gli incentivi fiscali per l’adozione di misure antisismiche nei fabbricati esistenti: fino al 31/12/2015 sarà possibile usufruire di una detrazione Irpef pari al 65% per le spese effettuate a partire dal 4/08/2013 al 31/12/2015 stesso. Nelle spese detraibili rientrano, oltre ai lavori, l’IVA, le spese tecniche per saggi, sondaggi, accertamenti, ecc. nonché quelle professionali per progettazione, calcoli, direzione lavori, ecc. L’ammontare massimo della detrazione non può superare i 96.000 € per unità immobiliare. La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo, a decorrere dall’anno successivo a quello in cui è stata sostenuta la spesa. La facilitazione spetta ai seguenti soggetti: proprietari o nudi proprietari; titolari di un diritto reale di godimento; locatari o comodatari; soci di cooperative, imprenditori individuali, società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice, imprese familiari. La struttura oggetto dell’intervento deve essere collocata in zone sismiche ad alta pericolosità (1 e 2), ma questo è sempre verificato, perché, come detto sopra, tutte le Marche si trovano in zona 2. L’immobile deve essere abitazione principale, o adibito ad attività produttiva, cioè vi si devono svolgere attività agricole, professionali, produttive di beni e servizi, commerciali, ecc. Il Presidente della Federazione degli Ordini degli Ingegneri delle Marche, Ing. Pasquale Ubaldi e i Presidenti degli Ordini degli Ingegneri delle province marchigiane auspicano congiuntamente che “i cittadini marchigiani vogliano cogliere questa opportunità per un reale salto di qualità, passando finalmente dalla logica dell’emergenza a quella della prevenzione”. Continua

Servizio consultazione bandi, avvisi e programmazione contratti regionali

09-12-2014
La Regione Marche ha predisposto un servizio per la consultazione di bandi, avvisi e programmazione accessibile al seguente sito consultazione bandi, avvisi e programmazione contratti  Connettendosi al sito è possibile utilizzare due funzionalità alla voce “Servizi di notifica”: 1- sottoscrizione  feed RSS , con cui è possibile ottenere il download dell’elenco dei dati (bandi, avvisi e programmazione) più aggiornati impostando un intervallo di ricerca, ed esempio impostando la ricerca giornaliera si ottiene quotidianamente il download dell’elenco dei bandi e degli avvisi pubblicati nell’intervallo impostato; 2- notifica bandi via mail,  con cui è possibile, semplicemente iscrivendosi, ricevere gratuitamente al proprio indirizzo di posta elettronica, la notifica dell’inserimento sul portale di ogni bando delle categorie di interesse. Continua

Approvata la proroga del piano casa al DICEMBRE 2016 e altre disposizioni edilizie

04-12-2014
Il Consiglio regionale ha approvato l’assestamento di bilancio della Regione Marche all’interno del quale segnaliamo le seguenti interessanti modifiche: ART. 37 NOVITA’: comma 1 – gli interventi di ampliamento potranno comportare aumento di unità immobiliari comma 2 – i limiti di accorpamento degli accessori di pertinenza previo piano di recupero passano da 70 mq a 100 mq comma 3 – per le unità residenziali in zona agricola, nell’ampliamento è contemplata anche la trasformazione dei sottotetti comma 4 – PROROGA DEL PIANO CASA FINO A DICEMBRE 2016   ART. 35 NOVITA’: attuazione dell’art. 2 bis del DPR 380 –  interventi sul patrimonio edilizio esistente, demolizione e ricostruzione all’interno dell’area di sedime, sopraelevazione e deroga dal DM 1444/68   Se vuoi consultare il testo della norma assestamento di bilancio – proroga piano casa – modifiche edilizie Continua

SICUREZZA CANTIERI _ LEGGE REGIONALE 22 aprile 2014, n. 7

27-11-2014
LEGGE_REGIONALE_22_aprile_2014,_n._7 Norme sulle misure di prevenzione e protezione dai rischi di caduta dall’alto da predisporre negli edifici per l’esecuzione dei lavori di manutenzione sulle coperture in condizioni di sicurezza Continua

L’assessore Canzian propone la proroga del PIANO CASA al 2016

26-11-2014
proroga piano casa al 2016 Continua

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE EDILIZIA – Fase di consultazione: manda le tue osservazioni e contributi

28-10-2014
La Regione Marche ha recentemente presentato una proposta di legge edilizia pdl_EDILIZIA, ancora in bozza, sulla quale è stata aperta la fase di consultazione a cui si può partecipare attivamente inviando contributi e osservazioni compilando il form al seguente link: CONTRIBUTI PDL EDILIZIA entro e non oltre il giorno mercoledì 5 novembre p.v. in modo da consentirci l’invio delle osservazioni alla Regione entro i tempi da questa richiesti. Continua

PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE GOVERNO DEL TERRITORIO – Aggiornamenti

28-10-2014
La proposta di legge governo del territorio PdL_GOVERNO_TERRITORIO sta attualmente completando il percorso per la discussione in Consiglio regionale; essa, oltre a contenere importanti novità nel campo della prevenzione e riduzione dei rischi, contiene anche la proroga del Piano Casa fino all’approvazione dei nuovi Piani Operativi Comunali e comunque fino a tutto il 2016, come proposto dai professionisti. Se tale legge non venisse approvata in tempi brevi, ci è stata data assicurazione da parte della Regione, dell’intenzione di prorogare il Piano Casa almeno di due anni. Si allega, per opportuna conoscenza, anche il parere prodotto dalle categorie professionali nell’ambito del Consiglio Regionale Economia e Lavoro (CREL) PARERE CREL_PdL GOVERNO TERRITORIO che contiene ulteriori emendamenti elaborati dai professionisti ingegneri, geologi e architetti; Continua